26.SETTEMBRE. INIZIANO I CORSI

TATUAGGI PIERCING MICRODERMAL TRUCCO ESTETICO HENNÈ

Annalisa - TRUCCO PERMANENTE, TRUCCO SEMIPERMANENTE

Annalisa - TRUCCO PERMANENTE, TRUCCO SEMIPERMANENTE

Trucco permanente: cos'è? Il desiderio di avere sopracciglia sempre in ordine, un eye liner e contorno labbra perfetto senza perdere ore davanti allo specchio, illuminare lo sguardo o risolvere alcuni inestetismi che ti tormentano, quali vitiligine, alopecia o calvizie trova risposta nel trucco permanente. Il trucco permanente, chiamato anche trucco semipermanente,micropigmentazione, tatuaggio estetico correttivo o dermopigmentazione è una partica a cavallo tra innovazione e tradizione. Parte infatti da elementi di conoscenza estetica legati al tradizionale mondo del make-up e attinge a pratiche quali il tatuaggio artistico, utilizzando novità tecniche per la realizzazione del trattamento in modo perfetto e sicuro anche e soprattutto dal punto di vista dell’igiene e sicurezza. Il trattamento di trucco permanente prevede l’introduzione nella cute di pigmentispecifici per abbellire, modificare, correggere ed equilibrare determinati tratti del viso o del corpo e quindi rispondere alle esigenze di bellezza di ogni individuo. La particolare composizione dei pigmenti utilizzati nella pratica del trucco permanenteconsente di mantenere il disegno eseguito sempre in linea con i naturali cambiamenti morfologici del volto e rispondere anche a eventuali variazioni di moda. Il trucco permanente consente di - modificare, ridefinire e quindi valorizzare la forma di sopracciglia, occhi e labbra in modo naturale; - mantenere i precedenti lavori in forma perfetta e valutare eventuali variazioni legate alla moda o alla morfologia; - eseguire il camouflage di cicatrici e vitiligine, per pigmentare il cuoio capelluto in caso di alopecia e calvizie per ricostruire l’areola mammaria in seguito a interventi chirurgici. Anche in questo caso i risultati sono davvero sorprendenti. Il trattamento ha una resa eccellente per un periodo di tempo variabile tra i 6 e i 18 mesi, a seconda del tipo di pelle, della tecnica applicata, della zona trattata e dal pigmento impegnato. Per questo motivo è consigliato sottoporsi a un trattamento di ritocco circa 12 mesi dopo la prima seduta, se si desidera un risultato sempre perfetto, visibile e naturale. Il trucco permanente consente di valorizzare il volto, partendo da un’accurata consulenza visagistica, utilizzando competenze legate al tradizionale make-up, creando delle linee molto naturali. Il risultato deve apparire infatti naturale anche a viso struccato. È un eccellente complemento al make-up d’occasione personalizzato a secondo del gusto soggettivo e del momento della giornata. L'operatore di trucco permanente è per certi versi un make-up artist tecnologico che al posto di matite e pennelli, usa dermografo e pigmenti. Al giorno d'oggi il trucco permanente ha raggiunto livelli di realismo tali da far dimenticare i primissimi lavori in cui si notava un tatuaggio alle sopracciglia del tutto innaturale. Oggi il trucco c'è ma non si vede. Alcune persone temono che il trucco permanente sia doloroso. Il dolore è un fattore assolutamente soggettivo e individuale. Tuttavia, l’impiego di prodotti e attrezzature all’avanguardia da parte di personale qualificato riduce questa sensazione a un lievissimo fastidio, che si avverte solo durante la seduta. Altre sostengono che il trattamento di trucco permanente è un trattamento costoso. Facendo una rapida comparazione con la ricostruzione unghie rifatta una volta al mese ci rendiamo conto che è assolutamente un trattamento estetico in linea con i prezzi di mercato. Il trucco permanente è adatto a donne e uomini di qualsiasi età che desiderano mettere in risalto, definire o correggere alcuni lineamenti del volto per migliorare il proprio aspetto o nascondere lesioni e/o difetti. È inoltre indicato per chi indossa lenti a contatto, per chi soffre di allergie ai tradizionali prodotti da trucco e per gli atleti di qualsiasi disciplina. Il trucco permanente è un trattamento che richiede adeguata preparazione tecnica professionale ottenibile frequentando i corsi di formazione.

Vuoi un trucco perfetto, dalla mattina alla sera, giorno dopo giorno, anno dopo anno? La risposta è trucco semipermanente! Costituisce la soluzione per chi vuole apparire al meglio in ogni occasione. Un make up personalizzato che valorizza i tratti, e che corregge anche alcune imperfezioni di viso e corpo. Sempre più donne chiedono il trucco semipermanente per un'esigenza di estetica mista a praticità. Essere curate, anche appena alzate dal letto, poter andare tranquillamente in palestra o in piscina senza che sudore o acqua rovinino il make-up, non dover più stare ore davanti allo specchio, facendo attenzione a fare segni precisi: questi sono solo alcuni dei motivi che attraggono sia le ragazze sia le donne più in là con gli anni verso questo tipo di trucco. Inoltre non é soltanto un trucco "decorativo", ma serve anche a correggere o nascondere alcuni inestetismi come sopracciglia rade, labbra sottili, irregolarità ed asimmetrie, diradamento dei capelli, cicatrici e smagliature. Sicurezza Prima di tutto la scelta su chi affidarsi non va sottovalutata: molti si improvvisano truccatori, rovinando con una mancata serietà e professionalità la categoria. Per essere sicure, meglio rivolgersi ad un tatuatore specializzato. L'igiene inoltre é un fattore imprescindibile. Esistono norme di sicurezza che vanno rispettate durante una seduta di trucco semipermanente. L'apparecchio per il trucco semipermanente, il pennino per l'incisione, i pigmenti colorati, ma anche la pelle della cliente e le mani dell'operatore devono essere perfettamente sterili. Se queste regole non vengono rispettate vi è rischio di infezioni o allergie. Mai, quindi, avere paura di sembrare troppo esigenti (ne va della salute). Bisogna pretendere che aghi e guanti monouso vengano aperti davanti ai propri occhi. Riguardo ai pigmenti utilizzati per il trucco (di origine vegetale o minerale) non esistono pericoli di allergie in quanto sono anallergici. Chi soffre di allergie, può comunque eseguire un test preliminare, il cosiddetto "ponfo", effettuato iniettando nel braccio un po' di colorante per vedere se scatena la reazione